Consigli su come sconfiggere ed affrontare lo stress

Se la mente non è in equilibrio, il corpo non capisce i pericoli e rischia di trovarsi impreparato e vulnerabile. Presentiamo quindi quattro semplici consigli per dire no allo stress ed affrontarlo sconfiggendolo alla radice.

  1. Stress: questione di equilibrio
    Il benessere è un gioco di squadra, ciascuno deve fare la sua parte
    affrontare lo stressMolti problemi di salute, grandi o piccoli che siano, sono il risultato di tanti fattori e sarebbe un errore capire la malattia ed impostare la cura, considerandone solo una parte. Un individuo è sano in quanto perfettamente in equilibrio, ovvero in quanto ogni parte collabora al funzionamento efficiente del sistema. In questa prospettiva, anomalie isolate (avere la pressione alta per esempio) possono tranquillamente essere gestite automaticamente dal nostro corpo, attraverso normali processi di autocompensazione. Un esempio semplice, ma efficace, di meccanismo automatico di regolazione è quello della risposta del corpo allo stress. Nelle sue dinamiche fondamentali, il meccanismo può essere accomunato ad un gioco di squadra: nel momento in cui c'è un attacco improvviso (ad esempio un evento traumatico di qualsiasi tipo) il sistema endocrino stressa. È allora che il sistema nervoso ed il sistema immunitario si devono attivare per riconoscere il pericolo ed organizzare le giuste reazioni di difesa. Se la mente non è in equilibrio, il corpo non capisce i segnali e rischia di trovarsi impreparato a questi attacchi.
  2. Stress: la sfida è allenarsi
    L'errore più grande è cercare di evitare di affrontare lo stress invece di governarlo e sconfiggerlo
    stress lavorativoLa rigidità mentale e comportamentale lascia inevitabilmente delle tracce nel corpo, nella postura, nel modo di camminare. Fondamentale acquisizione della scienza psiconeurofisiologica è la possibilità di comunicare con le resistenze del corpo. Le armature muscolari che si sono formate per mezzo dello stress, ad esempio, possono essere sciolte attraverso lo sviluppo della percezione meta-corporea, inizialmente con il rilassamento delle tensioni stesse, poi con una rielaborazione delle emozioni. Lo stress è un aspetto ineliminabile della nostra vita (sia in senso positivo che negativo). La sfida è quella di imparare a governarlo e a bilanciarne gli effetti: come facciamo a capire quando lo stress diventa una minaccia, ovvero quando da positivo si trasforma in negativo? Prima di tutto bisogna cercare di non evitarlo: un organismo ben allenato allo stress è molto più forte di uno che sistematicamente cerca di evitarlo.
  3. Stress: impara a staccare la spina
    Esercizi e comportamenti per contrastare lo stress
    stress lavorativoCiò che occorre è imparare a controllare l'intensità del fenomeno e, al momento giusto, staccare la spina. La mancata gestione dello stress provoca inevitabilmente la mancata sincronizzazione di complesse reazioni psico-fisiche. Ognuno di noi, sottoposto a stress, mette in atto, istintivamente, quello che in gergo viene definito un progetto di lotta o fuga. Ma come concordato sia dalla psicologia classica, che da quella cognitiva, i principi base di reazione che possono aiutare a ridimensionare la carica negativa dello stress, in breve possono essere: sfogare la frustazione (fare sport, sentire musica, ballare, nuotare, fare sesso) e togliere l'attenzione stressante focalizzandosi su altro e circondarsi di altre persone (partner, amici, nuove conoscenza). Esercitandosi a compiere queste azioni di contrasto e indirizzamento dello stress, il corpo, rilassato, sensibilizzato ed educato alla consapevolezza di sè, può raggiungere il proprio equilibrio. Inoltre coltivare un hobby per avere una valvola pratica di sfogo sempre a disposizione è un ottimo modo per evitare la noia del relax.
  4. Stress: combatterlo con la meditazione
    Sei padrone o preda della tua esistenza?
    meditazione contro lo stressRallentare i ritmi psichici e fisici non vuol dire semplicemente modificarli in velocità, bensì avere il pieno potere su di essi. Assaporare ogni evento, ogni emozione, ogni sensazione, fa la differenza fra una vita vissuta appieno ed una vita che invece scivola fra le mani. Quando siamo sopraffatti dal nostro mondo interiore ed esteriore e non riusciamo in alcun modo a dilatare il tempo, diveniamo prede e non padroni della nostra esistenza. Il segreto è avere una mente disciplinata, che non chiuda le porte al rilassamento completo dell'organismo. Fortunatamente, esiste una tecnica psico-fisica che consente, attraverso esercizi mirati, un vero e proprio allineamento fra interno ed esterno, tra corpo e mente: la meditazione. Cinque consigli per capirti attraverso il comportamento del corpo. Ma cosa accade davvero nella meditazione? In sintesi l'IO dapprima si apre al preconscio (il luogo dei pensieri e ricordi che affollano immediatamente la mente), e successivamente con il perfezionamento tecnico, entra nel territorio dell'inconscio, spazio in cui risiedono le chiavi per la compresione profonda di se stessi.
  5. Stress: ascoltare il proprio corpo, vivendone le emozioni
    Cinque consigli pratici per capire te stesso attraverso il comportamento del tuo corpo
    1. stress al lavoroNel momento in cui ci succede qualcosa di spiacevole, cercare di capire dove sono collocate le tensioni
    2. Quando si sentono delle tensioni o delle rigidità sul corpo, cercare di capire dove sono collocate e di visualizzare la zona interessata pensando a qualcosa di piacevole per cercare di influenzare positivamente l'area colpita
    3. Cercare di conservare a livello di energia sul corpo la carica positiva che si sprigiona quando ci succede o ci viene detto qualcosa di positivo
    4. Quando il nostro corpo ha un comportamento strano, come tenere le spalle curve o avere una camminata particolare, cercare di trovare dentro di noi la causa emozionale che ha determinato questo movimento errato
    5. Muovere il corpo, anche a caso o a tempo di musica, è molto importante per sciogliere le tensioni a livello muscolare ed emotivo, facendoci sentire molto meglio