ALBUMINA

Con il termine albumina si indica una proteina plasmatica prodotta dal fegato con peso molecolare di 69'000 daltons. Questa proteina viene contenuta anche nel latte e nell'uovo con precisione dall'albume e deve il proprio nome proprio da questo.

L' albumina nel corpo umano normalmente dovrebbe avere valori variabili tra 3.5 e 5.0 g/dL, questa è la proteina plasmatica più presente all'interno del nostro organismo (comprende circa il 60% di tutte le proteine del plasmatiche); l'insieme tutte le altre proteine plasmatiche, ad eccezione della albumina quindi, prendono il nome nel loro complesso di globulina.

L'albumina è fondamentale per regolare e mantenere stabile la pressione oncotica, cioè mantiene la giusta distribuzione di liquidi corporei sia nei compartimenti intervascolari che nei tessuti.

L'albumina è formata da particella a carica negativa, come la membrana glomerulare dei reni, questa parità di carica genera una repulsione e quindi impedisce che l'albumina possa entrare nell'urina.

Se un paziente soffre di sindromi nefrosiche perde questa proprietà e di conseguenza nelle urine del malato compaiono tracce di albumina. Per questa sua caratteristica l'albumina viene considerata un importante indicatore di disfunzioni renali che possono comparire in alcune casi anche a distanza di diversi anni. Negli ultimi anni è nato un dibattito su quale sia il marcatore più importante e i studiosi sono ancora divisi tra la glicemia nel sangue o l'albumina nelle urine.

La quantità di albumina necessaria è strettamente legata alla pressione sanguinea, infatti gli animali di taglia piccola necessitano di una bassa pressione oncotica quindi richiedono meno albumina di grandi animali per avere una equa distribuzione dei liquidi.

L'albumina ha in oltre le seguenti funzioni:

• il mantenimento di una giusta pressione oncotica;
• il trasporto ormonale della tiroide;
• il trasporto di altri ormoni, per lo più quelli liposolubili (cioè che si scolgono nei grassi);
• il  trasporto degli acidi grassi liberi ;
• il trasporto della bilirubina non coniugata;
• il trasporto di diversi farmaci;
• il legame competitivo con ioni calcio (Ca2+);
• il mantenimento di un pH neutro;

Le cause di una carenza di albumina possono essere:

- cirrosi del fegato (che delle varie è la più comune)
- diminuita produzione (soprattutto se si è denutriti)
- eccesso delle secrezioni renale (come nelle nefriti)
- eccesso delle secrezioni intestinali (enteropatia)
Albumina
Albumina

Dizionario Medico