Come vincere e gestire la rabbia

Alla ricerca di un nuovo modo di essere oltre la rabbia

  • rabbiaLa rabbia
    Cosa scatena l'aggressività?
    La rabbia è definita come un'emozione, un sentimento, una reazione mentale e fisica ad una violazione della propria persona, territorio, modo di essere o valori. (Phelps, Austin, 2002): si tratta sicuramente di una delle emozioni più precoci che si sperimentano nella vita. È stato studiato che la rabbia si manifesta per fatti legati direttamente o indirettamente alla sopravvivenza della specie, quindi in presenza di atti che, anche inconsciamente, sentiamo come un attacco alla nostra sopravvivenza. Gli attacchi fra le specie animali ci sono quando qualcosa li spaventa, oppure per avere la meglio sul rivale sessuale, o per una invasione del territorio e quindi la difesa della propria prole. Nell'uomo invece il manifestarsi di attacchi di ira è dovuto soprattutto in presenza di attacchi ed incertezze legate all'immagine che si ha di sè ed alla propria realizzazione.
  • rabbiaI 5 perché di un comportamento aggressivo:
    1. non sentirsi apprezzati / accettati per quello che si &eugrave;, o la percezione di una scarsa autostima
    2. la difesa del proprio sè, del proprio territorio, di ciò che sentiamo come nostro
    3. il sentimento di paura per la perdita di qualcosa
    4. il senso di frustazione legato all'impossbilità di soddisfare un bisogno
    5. l'attribuzione di significato ed intenzionalità verso l'evento o il soggetto frustrante
  • Forze primitive e vitali
    Per vivere bene, trasforma le energie negative in positive
    Vivere non può prescindere da un'energia che ci porta verso l'altro. Una forza vitale che, spesso, non riusciamo a gestire e che diventa una spinta aggressiva. È il caso di rabbia e paura, due emozioni primarie ed in quanto tali anche positive. Quando per queste due emozioni ci portano ad aggredire l'altro o ad avere paura, evitando o subendo passivamente gli altri, dovremmo chiederci come poter trasformare questa spinta in energia positivia. Andare oltre significa elaborare le nostre paure e la nostra rabbia, trasformando l'energia sottostante in una tensione vitale e creativa verso il mondo, che ci permette di ascoltare i nostri bisogni e soddisfarli nel rispetto dell'altro con una modalità assertiva.
  • rabbiaAutostima
    Come e quanto conta il giudizio su noi stesso e gli altri?
    Il modo in cui ci relazioniamo con gli altri, non può prescindere dalla considerazione che abbiamo di noi stessi. Uno dei parametri fondamentali alla base dei nostri comportamenti è il grado di autostima. Quanto più abbiamo una buona (non eccessiva) autostima e, allo stesso tempo, stimiamo gli altri, tanto più tenderemo ad avere relazioni sane ed equilibrate. Se invece la nostra autostima è bassa ed altrettanto bassa è la stima che nutriamo verso il prossimo, tenderemo ad avere un comportamento passivo. Infine, se il nostro senso di autostima è molto alto, mentre la stima che abbiamo verso l'altro è bassa, o viceversa, tenderemo ad avere in comportamento aggressivo e rabbioso verso il mondo ed il prossimo. Chi ha un comportamento aggressivo infatti solitamente tende a soddisfare i propri bisogni e ad esprimere le proprie emozioni senza tenere conto dell'altro.
  • rabbiaAttento alla frustazione
    I confronti sbagliati possono danneggiare l'autostima
    I sentimenti di rabbia causano la denigrazione dell'altro, assumendo, a volte, forme di aggressione diretta che portano ad attaccare l'altro, anche fisicamente. L'aggressività è la risposta ad un senso di frustazione e di impotenza percepito. L'evidenza del collegamento tra perdita e comportamento violento sembre essere dimostrata da numerosi studi sul comportamento aggressivo. Quest'ultimo, dunque, può essere una risposta ad un rifiuto reale o percepito, ma anche espressione della rabbia dovuta a gravi ferite narcisistiche del Sè. In ogni nostra azione tendiamo a preservarci, a difendere la nostra immagine, quello che siamo. Troppo spesso, oggi, confrontandoci con personaggi del mondo virtuale o mediatico rischiamo di restare frustatti sviluppando poi un'aggressività generalizzata.
  • Le 10 regole d'oro ed i consigli utili per riuscire a gestire e vincere la rabbia:
    1. riuscire a ridere di se stessi e della propria immagine
    2. prendere in mano gli eventi che si presentano nella nostra vita, senza subirli in maniera passiva
    3. pensare alle risorse che si possiedono, a quando utilizzarle per avere successo in base a situazioni passate
    4. definire i propri confini fisici e mentali, in modo da saper reagire ad una loro invasione
    5. avere dei sogni e cercare di realizzarli, senza rinunciarci mai
    6. avere un pensiero razionale in grado di riuscire a gestire un giudizio positivo o negativo da parte di altre persone nei nostri confronti
    7. imparare a volersi bene e ad avere fiducia in se stessi
    8. dare gratificazioni alle altre persone intorno a noi, quando se le meritano. Ci riempirà di gioia vedere quanto sono apprezzati i nostri complimenti, e dare un'immagine di noi molto positiva
    9. imparare a dire di no ed avere l'umiltà di chiedere aiuto, quando ne si ha bisogno
    10. sbagliare fa parte dell'essere umano, e tutti sbagliano. Da un'errore si impara sempre qualcosa, specialmente a non ripeterlo